Visita Pisa

Pisa è uno dei capoluoghi di provincia della regione Toscana sita nella pinura alluvionale del fiume Arno (da cui è attraversata) e distante circa 12 km dal Mar Tirreno. Questa città (famosa per la sua torre pendente) è uno dei luoghi storici ed artistici più importanti del nostro paese grazie ai suoi monumenti ed alle sue opere d’arte. Originariamente Pisa era una città etrusca e divenne successivamente una delle colonie romane: la sua importante funzione nel periodo di dominazione dei Romani è testimoniata da un formidabile ritorvamento di dieci navi romane nella zona di San Rossore. Durante il Medioevo Pisa era una delle quattro Repubbliche Marinare insieme ad Amalfi, Genova e Venezia. Ebbe dei forti scontri con Genova e Firenze da cui subì delle gravi sconfitte. Nel 1509 iniziò il periodo di dominazione medicea ridette un pò di propserità a Pisa che entrò di fatto a far parte del Granducato di Toscana fino a quando fu annessa al regno d’Italia. Santa Maria a Monte: si tratta di un comune in provincia di Pisa situato al centro del Valdarno ai piedi delle colline delle Cerbaie. Il vecchio nucleo della cittadina è molto particolare ed è uno dei più originali esempi di borghi medievali della regione Toscana. Questa sua particolarità è dovuta alla sua struttura ovoidale situata tutta attorno alla via principale della città. Da visitare il palazzetto del Pretorio e la collegiata di San Giovanni. San Giuliano Terme: questa cittadina in provincia di Pisa è situata in una pianura tra il fiume Serchio ed il fiume Arno alle falde del Monte Pisano. Questo comune è molto conosciuto e rinomato per la sua sorgente termale e per il suo ottimo clima sia d’inverno che d’estate. Nel suo territorio si possono trovare splendidi paesaggi, natura incontaminata e tanta tranquillità. Da visitare le ville del XVIII secolo del lungomonte, il centro termale, alcuni monasteri e le pievi romaniche di Rigoli e Pugnano. Torre di Pisa: la famosissima Torre di Pisa è la torre campanaria del Duomo. La Torre, il Duomo, il Battistero sono tutti siti in piazza del Duomo, meglio conosciuta come Piazza dei Miracoli. L’edificazione della torre ebbe inizio nel 1173 e proseguì per circa duecento anni (vi furono molte interruzioni durante la sua costruzione). La pendenza della torre non era prevista nel progetto originario (come si pensava in un primo momento) ma è stato il risultato di un cedimento del terreno e dell’estrema pesantezza della struttura. Già in fase di costruzione vennero ideate delle soluzioni per attutirne l’inclinazione mentre oggi gli esperti hanno agito direttamente dal sottosuolo allo scopo di ridurne notevolmente la pendenza. La cucina pisana offre sia specialità di mare che di terra ed anche qualche ricetta particolare come ad esempio la “minestra di fagioli bianchi di San Michele” , le “bavettine sul pesce” (speciali spaghetti schiacciati conditi con sugo di pesce), la “zuppa di arselle” servita sopra fette di pane toscano, la “zuppa di ranocchi” . Altro piatto tipico sono le “cèe alla pisana” anguille neonate della foce dell’Arno cucinate con salvia. I secondi piatti vedono spesso l’uso della selvaggina tra cui: fagiani, folaghe, cinghiale, conigli e anitre. Tra i dolci vi segnaliamo la famosa “torta coi bischeri” a base di pinoli, cioccolata, uvetta e cedro candito. Tra i vini ci sono il Chianti delle Colline Pisane, il Montescudaio ed il Montecarlo. La fotografia del Battistero di San Giovanni è stata realizzata da Marco Stucchi.